#spread #italia e leggende metropolitane

Ci siamo,
a quanto sembra manca davvero poco ed a stretto giro di boa finalmente il governo italiano avrà un parlamento che potrà legiferare, manca solo l’approvazione del presidente #mattarella, che stamattina ha ricevuto i presidenti di #camera e #senato #fico e #casellati.

A differenza di altre stagioni politiche questa volta sui giornali ed i tg non si sono visti gli slogan da panico soliti e noti, ovvero fate presto un governo, lo spread ai massimi non c’è tempo da perdere, lo chiede l’europa etc. etc. etc. anzi #salvini ha mandato a dire al parlamento europeo che l’italia vive nel benessere e che quindi l’europa non deve intromettersi o inasprire gli umori.
Forse il matrimonio lega movimento 5 stelle piace …

Che dire di questi due ragazzotti #dimaio & #salvini che ad usare un eufemismo pare che i due si piacciono, ed infatti in barba a molti non eletti si spartiranno la merendina di governo.

I due tenteranno da ministri di governare con regole democratiche che appaiono più come una sorta di trama da reality show … infatti il responsabile della comunicazione del movimento 5 stelle è noto personaggio dei reality ovvero #casalino del grande fratello.
Mi chiedo allora . . . perchè i “SALVIMAIO” si son candidati come premier? …. era un pensiero il mio …. la risposta … fanno i ministri per mettersi d’accordo e governare assieme in maniera neutra, piuttosto che rischiare la faccia da premier in un periodo storico dove crisi sociale ed economica non attrae fiducia politica….

Lo humor dell’indice #ftsemib non è disteso e rilassato e di conseguenza reagisce poco bene a questo impasse tipico italico.
Da un paio di giorni a questa parte, vuoi anche la complicità dell’imponente stacco cedole, l’indice #ftsemib reagisce con una decisa discesa verso area 23000 punti, praticamente ritorna al livello di resistenza che ora funge da supporto post #panicselling di gennaio/febbraio 2018.

Anche vero è che a giugno ci sono tutte le scadenze trimestrali dei derivati, quindi il giorno delle tre streghe che sarà il 15 giungo, potrebbe influenzare molto le sorti dell’indice italiano che ancora soffre di ipersensibilità alla #volatilità, #volatilità che sarà protagonista per tutto il 2018.

Livelli importanti da monitorare sono :
Supporti 23000 / 22800 / 22400 / 22100 / 21800
Resistenze 23600 / 23900 / 24000 / 24300.

Buon Trading
@SantePTrader

Annunci

#motivational #quotes

“Solo quando la marea scende scopri chi stava nuotando nudo.”

“Only when the tide goes out do you discover who’s been swimming naked.”

WARREN BUFFETT

#flashcrash #volatility #panicselling and the opportunity?

#flashcrash #volatility #panicselling and the opportunity?

Al primo tonfo dell’s&p500, con l’indicatore #fearandgreed  impostato al massimo della fiducia era difficile pensare che tutto il mercato azionario dopo 2 anni di salita e nuovi record storici potesse precipitare, eppure in soli tre giorni l’indicatore è diventato “extremefear” ovvero pessimista “inside” e tutto è sceso e del 10 % ed oltre !

Tutte le gestioni bancarie etc etc sono passate da rendimenti positivi a rendimenti negativi, e quanto ci vorrà per recuperare solo qualche mago lo sà … ma nulla da temere, con la nuova #mifidII molto cambierà e tante opportunità si presentano all’orizzonte, sopratutto grazie alla “epurazione” che le nuove regole di trasparenza finanziaria apporteranno ai mercato e le borse.

Certo le professioni legate al mondo finanziario si trasformeranno, tra cui i trader professionisti, gli scalper retail sui book, i private banker i promotori i consulenti molto e dico molto cambierà.

Ma cerchiamo di capire nello specifico cosa è accaduto sui mercati … è accaduto quello che ogni 10 anni si presenta, ovvero un bel #pattern di #volatilità.

La voilatilità è quotata e misurata dall’indice #vix   e quello che è successo è incredibile, ovvero in una notte siamo passati da una quotazione di 13$ a 37$ con un picco massimo di 50$ un incremento pari al 300% circa, questo ha scatenato le #highfrequencytrading machine dei migliori #marketmaker, che altro non hanno fatto se non che coprirsi dai rischi di esposizione in continuazione.

Qui sotto il grafico del #vix vs #s&p500

Il #vix misura la #volatilità implicita delle opzioni put & call ovvero indica approsimativamente come il mercato si muoverà nei prossimi 30 giorni, tutto questo perchè i market maker, ovvero creatori di mercato quotano questi derivati al fine di coprire i rischi di portfolio.

Con una #volatilità così elevata molti investitori sono tirati e poco investono, al contrario di chi si aspettava un #pattern di #meanrevers mi sono preoccupato di leccarmi le ferite ed ho cercato di capire come mettere in pratica piani di salvataggio, ho analizzato ed analizzato ….ed ho scoperto che durante gli strappi al rialzo da parte dei principali futures, stranamente ed in particolare su #dax #djeurostoxx ed #sp500 si erano formati dei gap che in parte son stati chiusi e che ancora altri andranno chiusi…

è quindi il caso di dire buona volatilità a tutti!

@santeptrader

#bund #sp500 #nonfarmpayrolls and all #financialmarket #selloff

Qaundo il #bund inizia a scendere tutti pensano che l’azionario possa salire ed in fretta, è bene approfondire alcuni passaggi chiave, prima di capire se ciò possa realmente avvenire oppure no, infatti è dal 29 gennaio 2018 che il #bund assieme al #dax, #sp500, #djeurostoxx, #ftsemib e compagni vari, scendono assieme e quindi la regola che se l’azionario scende l’obbligazionario sale ad oggi è palesemente smentita.
Ormai dal 2008, anno della crisi dei mutui “subprime”, in europa i tassi sia di deposito che di prestito scendono, i tassi di deposito erano quotati a 3.25% nel 2008 ed ora quotano -0.40%, mentre i tassi di prestito erano al 3.75 nel 2008 a 0% ad oggi .

A causare la discesa … temporanea fino a prova contraria … è quasi sicuramente la decisione delle banche centrali di iniziare a rialzare i tassi per uscire dalla deflazione e riportare il “conto economico” in inflazione.

Infatti alcuni tassi centrali nazionali europei iniziano a risalire la china, segno che il denaro in prestito si inizierà a pagare un pò di più, il primo tasso è quello tedesco che in europa funge da ago della bilancia per il buono e cattivo tempo, ed eccone l’esempio.

Dal tasso minimo negativo a -0.18% del 2016 siamo passati allo 0.63% del 2018, un segno forte che dimostra che a basso profilo l’economia riprende fiato e torna a respirare, ed è dal confronto con il futures obbligazionario che è palese la divergenza che dovrebbe portare beneficio al mercato finanziario azioniario e quindi all’economia reale.

Buon Trading

@santeptrader

I Contenuti disponibili su questo blog non sono diretti in alcun modo alla sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsiasi titolo o investimento.

I Contenuti sono personali per motivi di studio e di ricerca e non per uso commerciale.

#davos #merkel #trump and waiting for #bce & #draghi

Mentre tutti i leader politici economici etc etc sono a #davos a sfoggiare filosofiche sapienze, #trump se ne stà dove vuole e sopratutto come aveva detto in campagna elettorale lavora per “america first”.
Bè così ha fatto!
l’#sp500 con 316 giornate borsistiche ha messo a segno un rialzo di ben 800 punti indice circa, infatti al minimo di ottobre 2016 l’indice #sp500 quotava 2030 punti, e da quel minimo, che rappresenta l’elezione di #trump, l’indice #sp500 ha guadagnato 800 punti circa, segnando oggi il nuovo massimo storico a 2855 punti.


In attesa di un ulteriore rimando dell’aumento dei tassi UE, i tassi in USA crescono, e non solo, il mercato del lavoro cresce, il PIL cresce mentre il dollaro cala ed atttrae nuovi investitori.


Infatti altro recordo è stato segnato oggi dall’#eurusd che ha toccato i massimi a 1.2385 ad un passo da 1.24 e tutto questo mentre il #gbpusd si porta sopra 1.41.

Be che dire alla #merkel che contro #trump da #davos ha tuonato accusandolo di protezionismo made in USA, bisogna dirLe, cara #merkel fatti da parte tu e tutti i tuoi amichetti xchè tra #brexit #troika e punizioni “all’italia” avete messo in ginocchio un intero continente….

intanto mi viene da pensare che a breve #draghi non ci sarà più ed il suo #qauntitativeeasing chissà come sarà e da chi sarà gestito…..

Intanto l’indice #eurostoxx che rappresenta i mercati azionari europei rimane debole ed indietro rispetto al #dax al #ftsemib ed allo stesso #sp500, infatti l’indice #eurostoxx timidamente si affaccia attorno ai 3700 punti, resistenza storica dell’anno 2015 da dove è sceso senza fermarsi sino al minimo del 2016 ovvero quota 2600 punti circa, dobbiamo solo augurarci che a supporto della timidissima ripresa l’indice europeo trovi la forza di superare i 3700 punti e lanciarsi verso quots 4000 punti così forse qualche soldino in più arriva anche in europa.

#bullmarket always on or #eur kill the #eu economy?

Se potessimo tornare indietro di qualche settimana, sarebbe risultato sciocco pensare che da 1.15/1.16 l’#euro potesse ritornare a rimbalzare sopra il livello di 1.22.

Il prezzo di 1.15/1.16 è stato “stra” riempito di ordini di acquisto, e risultava essere all’ora il supporto di un bel “cup & heandle” disegnato nel lungo periodo ed esattamente tra maggio 2016 e luglio 2017, mentre tra settembre, ottobre e novembre 2017 i big #trader, hanno riempito di acquisti il livello che prima risultava essere resistenza ovvero 1.15/1.16 per lanciare a razzo verso l’alto l’#euro a 1.22 e oltre.

Cosa pretendere d’altronde con una #bce a doppia corsia? da un lato i “falchi tedeschi” sempre all’attacco contro i #pigs (potogallo, italia, grecia, spagna) e dall’altro super #draghi a favorire la stabilità con il #quantitativeeasing e pro crescita globale zona euro, il che rende chiaramente la vita difficile alla moneta #euro che ancora si rafforza sul dollaro indebolendo l’export e gli investimenti nella vecchia europa.

La moneta stelle e strisce a suo favore ha una crescita economica stabile, con il #gdp/#pil al 2.30% (ultima rilevazione), un basso tasso di disoccupazione a 4.10% (ultima rilevazione) e sopratutto tassi #interestrate in crescita a quota 1,50%, insomma un clima paradisiaco per il made in USA ed infernale per il nostro caro EURO.

A metterci lo zampino sulla probabile speculazione azionaria ci saranno le prossime elezioni “Italiote”, ed iniziano a piovere critiche dai cugini francesi, che però non si sono minimamente preoccupati dei “falchetti” tedeschi che son riusciti a formare un governo solo a gennaio dopo che le elezioni si erano tenute a settembre!

Ma si sà “ITALIAN PEOPLE DO IT BETTER”, ed è molto probabile che una spinta verso l’alto continui a mantenere l’azionario ancora a galla!

Dopo lo storno fisiologico da 2800 (16/01/2018) punti del #s&p500 (futures) il mercato azionario torna a mantenere una bassa #volatilità ed a favorire i supporti in direzione del trend, l’indice #usa mantiene così un’angolazione ancora alta con supporti solidi a 2750 punti e tira dritto verso nuovi massimi, ciclicamente previsti a marzo (solo analisi l’importante è seguire il prezzo), mentre sia l’#eurostoxx che #ftsemib e #dax cercano di livellare ancora queste resistenze etrasformando le stesse resistenze in supporti.

ANALISI TECNICA DEI MERCATI

USA FUTURES CME Market

S&P500 futures – SUPPORTI 2600 PUNTI / RESISTENZE 2690 PUNTI

EURO Fx futures – SUPPORTI 1.1680 EURO / RESISTENZE 1.1920 EURO

 

EUR FUTURES EUREX Market 

DJEURSTOXX futures – SUPPORTI 3525 PUNTI / RESISTENZE 3675 PUNTI

DAX futures – SUPPORTI 12900 PUNTI / RESISTENZE 13300 PUNTI 

BUND futures – SUPPORTI 161.00 EURO / RESISTENZE 165 EURO 

 

ITALY FUTURES BORSAITALIANA Market

FTSEMIB futures – SUPPORTI 21800 PUNTI / RESISTENZE 23800 PUNTI 

 

 ITALY STOCKS BORSAITALIANA Market

BANCO BPM – SUPPORTI 2.47 EURO / RESISTENZE 3,00 EURO 

ENEL – SUPPORTI 5.16 EURO / RESISTENZE 5,45 EURO 

ENI – SUPPORTI 13.50 EURO / RESISTENZE 15.00 EURO 

FIAT FCA – SUPPORTI 14.90 EURO / RESISTENZE 19.60 EURO 

GENERALI – SUPPORTI 15.20 EURO / RESISTENZE 16 EURO 

INTESA – SUPPORTI 2.77 EURO / RESISTENZE 3.20 EURO 

POSTE ITALIANE – SUPPORTI 6.20 EURO / RESISTENZE 6.70 EURO 

TELECOM ITALIA – SUPPORTI 0.71 EURO / RESISTENZE 0.77 EURO 

UNICREDIT – SUPPORTI 16 EURO / RESISTENZE 17.60 EURO 

Buon Trading

@santeptrader

I Contenuti disponibili su questo blog non sono diretti in alcun modo alla sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsiasi titolo o investimento.

I Contenuti sono personali per motivi di studio e di ricerca e non per uso commerciale.

#billions I’ll be back….

#billions I’ll be back….