#panicselling vs #spread #italiano con l’accordo #leganord #movimento5stelle

#panicselling da abbandono delle resistenze pro stacco cedole o #panicselling da #spread #italiano con il nuovo #governo#dimaio #salvini ovvero #leganord #movimento5stelle

 

Annunci

Analisi Tecnica & commento ai Mercati Finanziari #live #lefontitv

Analisi Tecnica & commento ai Mercati Finanziari @lefontitv 22 maggio 2018 Manuela DONGHI Salvatore SCARANO SantePTrader

 

Salvini DiMaio e la chiusura dei mercati

I SEGRETI DEL TRADING END OF DAY 1^ EDIZIONE 2018

Sabato 19 marggio 2018 MILANO (Segrate) dalle ore 10.oo alle ore 17.oo

Una giornata di «Coaching Trading» dedicata ad un’unica tecnica applicabile al mercato delle Azioni, delle Obbligazioni, ai Futures «Eurex – CME –Idem» ed al Forex.

 

Rimbalzo tecnico dai minimi di 23600 punti di futures #ftsemib dopo il #selloff di ieri 8 maggio 2018.
Il #selloff causato dallo stallo politico italiano e dalle dure parole di rimando alla responsabilità dei partiti di #mattarella hanno fatto tremare tutti i titoli italiani quotati, ma oggi durante la giornata la situazione sembra ristabilirsi….sembra, infatti le quotazioni del #futures #ftsemib sono interlocutorie…proprio come la scelta di concedere altre 24 ore di colloquio che a sorpresa il Quirinale ha concesso a #salvini e #dimaio .

Barra #insidepattern quindi per il futures Italiano ovvero quotazioni compresse con la #volatilità tra i minimi e massimi di ieri, confermata ancora una volta la resistenza a 24400 punti di indice #ftsemib.
Neanche il dax si muove ed alla pari segna un laterale che conferma la resistenza che spinge ancora in basso l’indice tedesco dai 13000 punti.

L’unica volatilità di tendenza oggi è apparsa sul petrolio, all’indomani delle parole di #trump che conclude l’accordo nucleare con l’Iran accusando il paese di finanziare il terrorismo.
Per quanto riguarda il mercato americano #usa ed in particolare l’#sp500, è importante notare come i prezzi, oltre ad essere velocemente rimbalzati dalla soglia psicologica dei 2600 punti di #sp500, gli stessi prezzi tentano nuovamente di superare questa resistenza di breve dei 2680 punti.

L’#sp500 nel tentativo di superare i 2680 punti ha più volte evidenziato una enorme quantità di #pattern tecnici tra cui #headeshoulde e #cupeheandle che però hanno bisogno di superare le #neckline che corrispondono proprio ai 2680.

Intanto un ciclo è finito e sarà dura superare questi massimi vediamo un pò…anche perchè se più pattern non portano nulla di buono …sicuramente aprono la strada ad un cambio di tendenza di lungo periodo.
Buon #trading
@santeptrader

ftsemib ed il terzo mandato esplorativo

I SEGRETI DEL TRADING END OF DAY 1^ EDIZIONE 2018

Sabato 19 marggio 2018 MILANO (Segrate) dalle ore 10.oo alle ore 17.oo

Una giornata di «Coaching Trading» dedicata ad un’unica tecnica applicabile al mercato delle Azioni, delle Obbligazioni, ai Futures «Eurex – CME –Idem» ed al Forex.

Dopo le nuove consultazioni da parte del Presidente #mattarella, è palese che siamo tornati indietro di 2 o forse 3 oppure siamo alle solite “prime” “seconde” etc etc repubbliche…..
L’italia perde il pelo ma non il vizio…nel senso che avere continuiamo da sempre a cstruire “non governi”, e forse questo che conviene a tutti i lobbisti di palazzo chigi e dintorni.

Nel frattempo zitti zitti quatti quatti l’indice “italico” è praticamente arrivato all’obiettivo del testa e spalla ribassista, quindi esattamente 24550 punti circa di indice ftsemib.
Un ottimo traguardo, sopratutto in vista della distribuzione dei più importanti dividendi, ma sopratutto un “TOP” di mercato in concomitanza del prima accennato 3° mandato esplorativo per la formazione del governo.

Di cosa dovremmo preoccuparci, dopo i 5 mesi impiegati dai tedeschi per formare il #governo a fine 2017, neanche le stampe estere potranno mai criticarci….tanto #draghi ha parlato chiaro….nessuna crescita stabile e imponente, inflazione lenta e noiosa, niente #tapering e ancora tassi a zero.

Cosa aspettarsi però dopo questo obiettivo tecnico dal #ftsemib?
molti titoli sono ancora in fase distributiva e quindi ancora spazio al rialzo c’è n’è, la volatilità tutto sommato si è stabilizzata, i prezzi sono in ipercomprato quindi…facciamo entrare tutti i “torelli” possibili… accumuliamo per la mattanza…..

Una mattanza ricca di dividendi e quindi con i fondamentali delle società quotate tutto sommato in gran ripresa, forse è per questo che il trend di rimbalzo anticipato dall’Italia rispetto a #DAX ed #S&P500 potrebbe trasformarsi in un valido market driver per alcuni “hedge”.
Chissa, che il nuovo governo che nascerà a maggio sarà realmente sotto il segno del TORO.
target di #trading potranno essere molto risicati tra cui un recupero dei supporti a 24000 punti di indice #ftsemib è abbastanza accettabile prima del grande rimbalzo finale, mentre una resistenza a 26300 punti indice farebbe ben sperare ….ma chi di speranza vive …..
Buon Trading
@santeptrader

#nonfarmpayrolls #fed & #fomc recharge the #eu but not the #usa

Il dato macroeconomico delle buste paga non agricole ovvero #nonfarmpayrolls, dato che occupa la maggior parte del #pil in america è migliore del previsto ma leggermente inferiore al precedente.
Sempre in #usa per stasera è attesa l’audizione del #fomc, il neo eletto presidente della #federalreservebank #jeromepowell, già sottosegretario all’economia con #bush, ora sponsorizzato da #trump, dirà la sua circa i #tassidiinteresse, e così dopo stasera potremo capire meglio se è falco o colomba, e sopratutto individuare eventuali difficoltà espansionistiche di politica economica americana, che si avvertono per via dei tanto acclamati dazi commerciali.

 

Notizia di oggi è che #junker, presidente di turno #eu, a margine del nuovo consiglio/bilancio #eu, per la prima volta post #brexit senza gli #uk, ha dichiarato che #trump deve decidere cosa vuol fare rispetto ai àdazi, ma consiglia vivamente di rinunciare agli stessi.

In realtà l’incontro della #fed di stasera avviene all’indomani del meeting della Banca Centrale Europea, dal quale meeting #draghi, lasciando invariati i tassi ed escludendo ancora una volta l’anticipo del #tapering, la mossa del presidente #bce lascia intendere che l’economia europea vive in una “tiepida” ripresa.

In Europa l’inflazione mantiene una lentissima ed estenuante ripresa, senza picchi di entusiasmo, necessari a far ravvivare la stessa economia, situazione di attesa quindi per #draghi, situazione di calma che crea un effetto doppia corsia sui mercati, in #europa la calma di #draghi ha fatto segnare al #ftsemibitaliano un ulteriore massimo, che andrà a completarsi con l’obiettivo del raggiungimento del target del “TESTA & SPALLA” rovesciato, già segnalato più volte a 24400 punti indice circa e qui siamo in corsia di accelerazione, mentre in #usa l’indice #sp500 non riesce ancora a superare le resistenze tra i 2650 e 2700 punti.

Intanto sull’indice d’Italia molti titoli segnano nuovi massimi tra cui #eni al massimo storico di 16,30 circa, calamitato dal recupero del #crudeoil che sfiora i 67 dollari per #barile, bene molti altri titoli tra cui #stm, #tenarisetc… tutto sembra impossibile all’indomani della volatilità e dei minimi cavalcati tra gennaio, febbraio e marzo.

Così è il mercato azionario, è il prezzo a comandare e sino alla fine di questo ciclo il rialzo continuerà a mantenere i suoi standard … il ciclo di rialzo si concluderà il 5 maggio, perciò attendiamo siano ad allora eventuali pattern o di inversione, o di prosecuzione o di accumulazione della volatilità.

Buon Trading
@santeptrader

ftsemib ed i 24000 punti indice

Siamo ritornati sui massimi di gennaio, ed ai livelli del pre crisi di volatilità che verrà ricordata nella storia come il giorno del vix  .
Eppure erano anni che il vix  quotava bassissimo a livelli che non si vedevano addirittura dal 1993, ma come dice un vecchio adagio “l’alta marea tira i remi in barca”, e così è stato.
Il punto ora è questo, il ftsemib a quota 24000 punti indice e cioè ad un soffio dai massimi se non sopra i massimi del 2018, mentre dax a 12600 viene respinto e siamo a livelli dl 50% circa del rimbalzo che va dal minimo di marzo a 11700 punti circa al massimo di gennaio/febbraio 13700 punti circa, mentre l’s&p500 a 2660 punti rimane sotto il 50% del massimo a 2880 punti indice circa e il minimo di marzo a 2500 punti indice circa .

 

Per l’italia sembra tutto rosa e fiori, massimi di periodo, titoli alla pari sui massimi e addirittura si prospetta la costituzione di un governo che mette d’accordo il movimento 5 stelle, che è pro tobin tax e patrimoniale ed il pd che ha approvato la tobin e vuole inserire la patrimoniale ma che non ha raggiunto nessuna vittoria alle scorse elezioni.

Ebbene le elezioni con la vittoria delle sinistre in Italia anno sempre spinto i mercati sui massimi, ed anche questa volta è così, ma sopratutto, le aziende italiane sono tornate a distribuire utili ed anche interessanti.
Ora il dubbio è questo, l’indice assieme ad altri titoli è in ipercomprato dal 16 aprile quanto potrà durare? I titoli sono in ipercomprato dal 12/16 aprile quanto potrà durare?
Per ora seguiamo e accontentiamoci del prossimo target probabile a 24400 punti indice ftsemib che in buona sostanza è il target di obiettivo dell’Head & Shoulder già ampiamente analizzato e suggerito.
Buon Tading & Buona festa del 25 aprile in italia
SantePTrader

dax e la scadenza di aprile

Che dire, siamo alla fine del primo quadrimestre, tempo di dividendi e conteggi.
il dax tuttavia rimane il miglior indice su cui basare le future analisi di tendenza, vuoi per la sua composizione con titoli che spaziano e proliferano in lungo e largo per il pianeta, vuoi perchè la volatilità che lo caratterizza è tra le più amate dai trader del globo.
in questi ultimi due giorni però il dax si è completamente rifiutato di muoversi come suo solito, dando spazio ad una lateralità estenuante e snervante.

E già una lateralità che è figlia delle scadenze che domani alle 12.30, come ogni terzo venerdì del mese, si completeranno.
Il particolare di queste scadenze è importante…perchè…. sono le scadenza prossime al future scaduto a marzo, che ha subito un “excess” di volatilità, tra i più interessanti degli ultimi 20 anni, quindi una serie di accumulazioni difensive che hanno interessato l’acquisto e vendita di copertura di option e futures, post “si salvi chi può” del febbraio e marzo, come detto prima, tra i più volatili degli ultimi 20 anni a questa parte.
La configurazione grafica, che dovrebbe comunque favorire una ripresa delle quotazioni, in realtà non brilla, infatti ai livelli di resistenza di 12600 punti indice dax, ieri si è formato un doji ed oggi il prezzo viene respinto da tale livello, affinche anche il dax, possa tornare positivo, la seconda resistenza da violare è quella dei 12750 punti indice dax, situazione ingarbugliata quindi, e a favorire questo rimbalzo oltre la resistenza è l’ipercomprato che tarda ad arrivare, e la bassa volatilità che invece segna ancora sintomi di rassestamento post “excess”.
Buon #Trading
@SantePTrader